RSS
 

Posts Tagged ‘news Milano’

Applicazioni iPhone dedicate all’Area C

09 feb

Un po’ di giorni fa ho dedicato un post alle applicazioni iPhone utili per girare Milano coi mezzi o in bicicletta, in vista della nuova introduzione dell’Area C. Oggi, invece, voglio segnalarvi due applicazioni dedicate proprio all’Area C che mi sono state segnalate!

Area C MilanoLa prima, che mi è stata suggerita da Alessandro, si chiama Area C Milano ed è molto utile perché segnala tutti i varchi di accesso all’Area C del centro di Milano e fornisce informazioni, orari, costi e modalità di pagamento per accedervi.

L’app è gratuita e offre la possibilità di condivisione su twitter e di invio per email, inoltre prevede la presenza di un timer che gestisce l’ora e il giorno di accesso all’area.

 

AreaCLa seconda, che mi è stata segnalata da Marco, si chiama AreaC, costa 1,59€ e presenta numerose funzionalità:

– segnala con un messaggio vocale l’avvicinarsi e l’entrata in Area C

– registra gli accessi effettuati e li visualizza in un elenco sul quale è possibile segnare i pagamenti effettuati

– aiuta a ricordare con un messaggio vocale i pedaggi in scadenza non ancora pagati

– include la mappa di navigazione con evidenziati i confini dell’Area C

– grazie alla funzione “parcheggio” avvisa della scadenza del tempo della sosta e visualizza sulla mappa la posizione dell’auto

– segnala in modo chiaro quando l’entrata nell’Area C non è a pagamento.

Se ne conoscete altre… scrivetemi! ;D

 
No Comments

Posted in News

 

Due applicazioni iPhone per girare Milano… anche con l’Area C!

20 gen

Come tutti i milanesi ben sapranno, lunedì scorso (16 gennaio 2012) è stata inaugurata la famigerata Area C, la congestion charge, creata ad imitazione di quella londinese, il cui obiettivo è disincentivare l’utilizzo dell’automobile da parte dei milanesi per diminuire in modo sensibile il traffico nel centro città.

Allora a questo punto che fare? Non disperate e rassegnatevi ad utilizzare i mezzi pubblici dell’ATM o la cara vecchia bicicletta (questa magari quando farà un pochino più caldo, eh…)!

A tal proposito vorrei segnalarvi due applicazioni per iPhone e smartphone molto utili. ;)

iATM Milano - app iphoneLa prima è iATM Milano, che io spesso utilizzo! È l’applicazione ufficiale dell’ATM (l’Azienda Trasporti Milanesi), è gratuita e permette di  muoversi più facilmente con i mezzi pubblici a Milano perché aiuta a trovare quelli più vicini a te, fornendoti anche gli orari. Geolocalizzando la tua posizione, l’applicazione ti suggerisce dove si trovino le fermate della metro intorno a te (cliccando sull’etichetta “Metro”) o quelle dei mezzi di superficie (“Superficie”).

Inoltre, cliccando sul simbolo della cinepresa che si trova in alto a destra e posizionando la telecamera del telefono davanti a te, l’app ti permette di visualizzare le fermate di metro e mezzi di superficie in realtà aumentata permettendoti così di individuare quelle presenti nei paraggi (con relativa distanza). Cliccando sul mezzo che vi interessa saprete il tempo di attesa in tempo reale.

Infine si possono anche calcolare i percorsi inserendo il punto di partenza e quello di arrivo (come sul sito di ATM).

Alcuni consigliano anche l’app iMetro Milano (0,79€) ma io non l’ho mai provata… Qualcuno di voi la conosce? :)

Bike Sharing - app iPhonePer chi preferisse invece optare per la bicicletta c’è Bike Sharing, l’applicazione che permette di individuare facilmente le stazioni di BikeMi, il servizio milanese di bike sharing, per capire quanto distano dal punto in cui ci troviamo e che disponibilità di biciclette e di buchi vuoti per l’aggancio del mezzi vi siano. L’applicazione costa 0,79€ e, come potrete leggere su iTunes, richiede iOS5.

 

 

E voi ne avete altre da consigliarmi? :D

 
2 Comments

Posted in News

 

Mc Green: il primo Mc Donald’s a basso impatto ambientale a Milano

07 lug

Mc Green - Mc Donald'sIl colosso americano dei fast food Mc Donald’s ha scelto proprio l’Italia per aprire Mc Green, il primo ristorante della catena a basso impatto ambientale. Sembra che oggi nessuna azienda possa più sottrarsi ad una svolta green, nemmeno il gigante della ristorazione fast food!

Il primo fast food verde è stato inaugurato a Lainate (in provincia di Milano)… qualcuno di voi ci è già stato? :)

La struttura al momento è autonoma per il 90% della produzione di energia e, entro tre mesi, diverrà autonoma al 100%. Questo grazie ad un innovativo impianto di trigenerazione che utilizzerà l’olio esausto delle cucine come carburante per produrre 70 Kwat di energia elettrica, 45 di frigorifera e 90 di termica.

La struttura è antisismica e garantisce risparmio energetico e minori emissioni; inoltre il sistema di gestione intelligente Einstein comunica ai clienti, in tempo reale, i dati di consumo e di risparmio del ristorante sui monitor posizionati all’entrata.

L’asfalto ecoattivo posto all’esterno, se colpito dalla luce solare, aziona un principio di riduzione degli agenti inquinanti e l’utilizzo delle auto elettriche viene incentivato dalla presenza di torrette per la ricarica gratuita installate nel parcheggio.

Completano il quadro la presenza di celle frigorifere a basso consumo (fino al 28% in meno), l’illuminazione a led, l’utilizzo di macchine compattatrici che recuperano plastica e cartone e di macchinari di nuova generazione in cucina che risparmiano energia.

Il primo Mc Green si pone come laboratorio di sperimentazione per poi sviluppare il progetto in altri punti Mc Donald’s: una tappa di un lungo percorso intrapreso da questa grande azienda. L’obiettivo per l’Expo 2015 è quello di ridurre del 15% l’emissione di CO2, aumentare del 15% il risparmio energetico ed incrementare di un altro 15% l’energia utilizzata da fonti rinnovabili. Mentre nel 2020 queste percentuali saliranno al 20%.

Un’iniziativa interessante presa da un’azienda da cui proprio non me lo sarei aspettato… bravi! :D

Fonte: TP Blog

 
2 Comments

Posted in Green, News

 

Eventi a Milano: inaugurazione Museo del Novecento

06 dic
Il Quarto Stato

Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo (1896-1902)

Vi segnalo un evento interessante, visto che oggi molti milanesi faranno il ponte!

Apre proprio oggi le porte il nuovo Museo del Novecento all’Arengario di Milano. Lo storico palazzo acquista così un’anima nuova e si trasforma in un museo che raccoglie tutte le opere fino a questo momento sparse nelle collezioni civiche milanesi. Il progetto degli architetti Italo Rota e Fabio Fornasari punta a ricreare, dietro le facciate anni Trenta del palazzo, un’atmosfera da Guggenheim grazie alla presenza di una rampa elicoidale e all’organizzazione del percorso espositivo.

Questo progetto, costato 60 milioni, regala alla città 4.500 metri quadrati di superficie che accoglieranno più di 350 opere, a partire da Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo, per proseguire poi con le Avanguardie, muovendosi tra Picasso, Kandinskij, Modigliani, Burri, De Chirico e Fabro. Il Museo vanta, inoltre, la più grande collezione europea di opere futuriste e la più ampia raccolta al mondo di opere di Boccioni. La torre dell’Arengario ospiterà infine la produzione di Fontana.

La festa di inaugurazione inizierà alle 16.00 di oggi e proseguirà fino all’una di notte con il Pronto Intervento Clown della Scuola di Arti Circensi accompagnato da musica classica e moderna. Per l’occasione la linea rossa del metrò prolungherà il suo servizio.

E ricordatevi che fino al 28 febbraio 2011 l’ingresso al Museo sarà gratuito! ;)

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale.

 
 

Eventi a Milano: “Sopra il Sotto”, tombini d’autore in via Montenapoleone

24 nov

Sopra il Sotto Tombini Art

Tombino firmato Shepard Fairey

Dopo la prima edizione di Sopra il Sotto – Tombini Art raccontano la città cablata che ha visto via Tortona colorarsi grazie a 32 tombini d’artista, una seconda invasione di street-art colorerà questa volta la strada della moda milanese per antonomasia: via Montenapoleone. Dal 18 novembre al 31 dicembre i tombini in ghisa di una delle vie simbolo della moda, del made in Italy e del lusso mondiale, reinterpretati e dipinti, diventano opere d’arte in una mostra a cielo aperto.

Il progetto è nato da un’idea di Monica Nascimbeni per festeggiare i dieci anni di vita della società Metroweb che ha installato oltre cinquemila chilometri di cavi in fibra ottica a Milano, rendendola la città più cablata d’Europa.

Un’iniziativa che, mettendo in luce il volto «legalizzato» della street-art, guadagna con questa edizione una dimensione veramente globale: dalle capitali mondiali della public art e del graffitismo sono stati chiamati cinque grandi artisti della street-art internazionale, invitati a realizzare un’opera multipla su più tombini, quasi una personale ciascuno: Shepard Fairey (New York), Flying Fortress (Berlino), Rendo (Milano), The London Police (Londra), Space Invader (Parigi).

Un modo colorato e moderno per abbellire la città e per dimostrare che si può fare street-art anche in maniera corretta, spingendo i cittadini ad accoglierne più favorevolmente le opere. Inoltre la scelta della location testimonia anche la sensibilità crescente del mondo della moda ad aprirsi all’arte contemporanea e al design soprattutto in ambito internazionale.

 
No Comments

Posted in Eventi, News