RSS
 

Posts Tagged ‘Mostre Palazzo Reale Milano’

Gianni Berengo Gardin. Storie di un Fotografo

19 giu

Oggi voglio parlarvi di un’altra bellissima mostra fotografica: la mostra di Berengo Gardin!

A Palazzo Reale a Milano, dal 14 giugno all’8 settembre, tutti i fan della fotografia potranno ammirare la mostra dal titolo Gianni Berengo Gardin. Storie di un Fotografo, a cura di Dennis Curti.

Mostra Berengo Gardin

Le foto di Berengo Gardin, 180 scatti scelti tra i più significativi, sono suddivise in 9 sezioni: Gente di Milano, Morire di classe, Dentro le case, Venezia, Comunità romaní in Italia, I baci, Fede religiosità riti, Berengo Gardin reporter: le collaborazioni con il mondo e il Touring Club Italiano.

La mostra di Berengo Gardin traccia i momenti basilari dell’attività di uno dei fotogiornalisti più longevi e importanti del panorama italiano. I suoi scatti in bianco e nero manifestano la sua capacità di raccontare senza pregiudizi storie che ci parlano con semplicità e coerenza della vita e del mondo.

La grandezza di Berengo Gardin e delle sue foto sta nella loro semplicità, nell’abilità di tradurre la complessità del mondo, in quel modo di scrutare dritto dentro i soggetti, di commuovere senza retorica, nella capacità di guardare al futuro senza dimenticare il passato.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito ufficiale della mostra di Berengo Gardin.

 
 

Quelli che… Milan Inter ’63, la leggenda del Mago e del Paròn

11 giu

Milan Inter ’63, la leggenda del Mago e del Paròn è il titolo della mostra dedicata a Milan e Inter a Palazzo Reale che è stata inaugurata lo scorso 24 maggio.

Era il 22 maggio 1963 quando il Milan di Rocco vinceva la prima Coppa Campioni italiana. Quattro giorni dopo l’Inter di Herrera festeggiava lo scudetto. A cinquant’anni di distanza una straordinaria esposizione fotografica racconta due leggende del calcio che hanno rivoluzionato il modo di fare calcio e hanno portato Milano al centro del mondo del pallone, segnando un’epoca.

Milan Inter 63

Herrera e Rocco erano due personaggi agli antipodi e con stili differenti, però entrambi hanno saputo sfruttare tutti i mezzi di comunicazione allora a disposizione per far diventare la partita un vero evento, costruendosi (quasi) da soli la loro stessa leggenda.

Ma la mostra Milan Inter ’63 di Palazzo Reale non si limita all’universo del calcio e dei suoi idoli. Attraverso le immagini di questa specialissima fotogallery, possiamo infatti rivivere un intero periodo storico di una regione in pieno cambiamento. Non a caso la mostra coinvolge anche altri personaggi storici dell’epoca come Celentano e Jannacci, oltre che aziende come Motta e Alemagna, per ricostruire una panoramica della città milanese in tutti i suoi aspetti e in tutte le opportunità che offriva.

Fino all’8 settembre la mostra Milan Inter ’63 dipingerà Palazzo Reale di rosso nero e blu, in un derby che racconta la Milano di ieri.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale della mostra.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

The Desire for Freedom: l’arte europea dal 1945 ad oggi

26 mar

Parliamo ancora di mostre a Palazzo Reale a Milano yuppiiiiii!!!! :D

Dal 14 marzo al 2 giugno 2013 è infatti in programma The Desire for Freedom. Arte in Europa dal 1945 in cui le opere di 94 artisti contemporanei, provenienti da 27 paesi europei, mostrano come l’arte si sia misurata con il tema della libertà dal Dopoguerra a oggi.

The Desire for Freedom Milano

Una grande esposizione collettiva nata da un progetto che coinvolge 36 paesi del Consiglio d’Europa, con il sostegno finanziario della Commissione Europea. Coprodotta da Palazzo Reale, Deutsches Historisches Museum Berlino e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore, The Desire for Fredoom ha visto la collaborazione di artisti, studiosi, curatori, musei, gallerie e importanti collezionisti privati provenienti da tutta Europa.

L’obiettivo ideale della mostra è mostrare come il Dopoguerra europeo non abbia prodotto solo l’ostilità tra blocchi contrapposti, bensì anche lo sviluppo e il riconoscimento dei valori comuni di cittadinanza e libertà nati con l’Illuminismo.

Le opere esposte rappresentano una selezione di settanta anni di produzione artistica tra dipinti, fotografie, disegni, video e installazioni di alcuni dei più noti e affermati artisti a livello internazionale. Tra gli altri, vi segnalo Damien Hirst, Arman, Jannis Kounellis, Yves Klein, Richard Hamilton, Niki de Saint Phalle, Alberto Giacometti, Gerhard Richter, Christo, Mario Merz, Emilio Vedova, Yinka Shonibare, Lucio Fontana Ilya Kabalov.

The Desire for Freedom da Milano approderà a Tallin, all’Eesti Kunstimuuseum – Kumu Kunstimuuseum, partner dell’evento insieme a Palazzo Reale e il Deutsches Historisches Museum.

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Il Vero e il Falso: la contraffazione dall’Unità d’Italia ad oggi

25 feb

Oggi voglio parlarvi di una delle più strane mostre di Palazzo Reale a Milano: la mostra Il Vero e il Falso!

Quando pensiamo ai falsari qualche volta ci vengono in mente persone quasi simpatiche e maldestre come Totò e Peppino de’ Filippo nella Banda degli onesti. In realtà quello della contraffazione delle monete è un mondo legato strettamente alla criminalità organizzata e perciò la falsificazione è un reato da combattere in tutti i modi proprio perché, oltre al danno per chi ne rimane vittima, va a alimentare la grande economia criminale.

Mostra Il Vero e il Falso

Tuttavia quella dei falsari è parallelamente anche una realtà che ha sempre incuriosito e, d’altra parte, si può dire che la contraffazione sia un’attività nata insieme alla moneta stessa. A questo universo parallelo è quindi dedicata la mostra Il Vero e il Falso, aperta fino al 29 marzo, e organizzata, tra gli altri, dal Comando Generale e Provinciale della Guardia di Finanza, dal Nucleo Speciale della Polizia Tributaria e dalla Banca d’Italia.

La mostra rappresenta un viaggio nel tempo, in cui sono messi a confronto gli esempi più rappresentativi del fenomeno dall’Unità d’Italia ad oggi, dalle monete alle banconote, fino alle forme elettroniche di pagamento. I falsi e gli originali sono posti vicini per un raffronto, mentre alcuni stand espositivi approfondiscono la storia della monetazione e delle tecniche e delle operazioni della Guardia di Finanza per contrastare la contraffazione.

All’interno della mostra si potrà visitare anche La stanza del falsario, ricostruzione di una stamperia clandestina realmente rinvenuta e posta sotto sequestro. Quella di Palazzo Reale è la dodicesima e ultima tappa di un progetto nato a Roma, e successivamente realizzato in altre città, che di volta in volta si arricchisce di materiale legato al luogo dell’esposizione e alla sua storia. Ecco perciò la sezione speciale dedicata alle Cinque Giornate, alla Liberazione nel secondo dopoguerra e ai traffici di valuta che nel tempo hanno coinvolto la Lombardia e le aree di confine come la Svizzera.

Maggiori informazioni sul sito di Palazzo Reale.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Modigliani, Soutine e gli altri artisti maledetti in mostra a Palazzo Reale

20 feb

E dopo la splendida mostra su Picasso, ecco che Palazzo Reale ci riserva un’altra super mostra!

Domani, giovedì 21 febbraio 2013, verrà infatti inaugurata la mostra di Modigliani dal titolo Modigliani, Soutine e gli altri artisti maledetti: 120 opere che ci porteranno dentro uno dei periodi più folli nella storia dell’arte che ha visto Modigliani come uno dei suoi indiscussi protagonisti.

Mostra Modigliani

Il periodo indagato è quello dei primi del ‘900, nella Parigi di Montparnasse, della vita bohemienne e degli artisti delle prime avanguardie culturali. In questo turbine di cambiamenti spicca la figura di un amatore e collezionista d’arte molto particolare, Jonas Netter. Fu lui tra i primi a scoprire il talento rivoluzionario di Modigliani, di cui ammirava il nuovo stile, i volti stilizzati sui colli affusolati.

Netter acquistò molti dei suoi capolavori, oltre che di altri artisti come Soutine, Utrillo, Valadon, Kisling. Oggi possiamo ammirare la Collezione Netter per la prima volta in Italia dopo l’esordio della mostra, coronato da un grande successo di pubblico, alla Pinacotheque de Paris.

La mostra di Modigliani mette a confronto i capolavori acquisiti da Netter nell’arco della sua vita. Rappresentante di mestiere, si faceva suggerire le opere degli artisti non ancora famosi, così da potersi permettere di comprarle. Il suo consigliere più illuminato fu il poeta e mercante d’arte Zborowski, grazie al quale Netter conobbe Modigliani e molti artisti delle avanguardie parigine.

Alla mostra di Modigliani si potranno vedere quadri come Elvire con colletto bianco, Fanciulla in abito giallo, Ritratto di ZborowskiRitratto di Soutine e Ritratto di Jeanne Hébuterne.

Modigliani Milano

Ritratto di Jeanne Hébuterne – 1918

E a proposito di Soutine, le sue opere presenti a Palazzo Reale – una ventina – costituiscono una mostra nella mostra. E completano, insieme a quelle degli altri artisti, una mostra che consente di esercitare un eccezionale sguardo d’insieme sull’arte del primo Novecento.

Con Modigliani a Milano le mostre di Palazzo Reale si confermano come uno dei poli espositivi più dinamici e innovativi in Italia.

Sul sito ufficiale della mostra di Modigliani potrete trovare tutte le informazioni!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Bob Dylan pittore in mostra a Palazzo Reale

01 feb

Tutti conoscete il cantante Bob Dylan ma probabilmente in poco conosete il Bob Dylan pittore!

Fino a poco tempo fa neanch’io sapevo che Bob Dylan, oltre a essere un grandissimo cantautore, è stato anche un artista visivo? Un poeta degli acquerelli e dei gouaches.

Mostra Bob Dylan

L’occasione di conoscere questo suo lato più ignoto è la sua personale The New Orleans Series, una delle più interessanti mostre in programma in questo periodo a Palazzo Reale a Milano.

La mostra di Bob Dylan, una prima assoluta per l’Italia e per l’Europa, è dedicata alle atmosfere sospese e decadenti della New Orleans degli anni ’40 e ’50 e consta di 22 dipinti che prendono spunto liberamente da alcune fotografie. Soggetti isolati e scene corali vivono in una tensione profonda, dove emozioni, amore e violenza sembrano immortalati da quello che assomiglia più allo sguardo di una lente cinematografica piuttosto che all’impressione lasciata da un ricordo.

La mostra sarà in programma dal 5 febbraio al 10 marzo. Informazioni e orari qui.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

“Giulio Einaudi. L’arte di pubblicare” a Palazzo Reale

09 gen

Se amate lettura e arte avete tempo solo fino a domenica prossima, 13 gennaio, per godervi un’autentica chicca: la mostra Giulio Einaudi. L’arte di pubblicare.

In occasione del centenario della sua nascita, la mostra di Palazzo Reale di Milano rende omaggio a uno dei protagonisti della storia culturale italiana.

Mostra Einaudi Milano

La mostra di Einaudi esplora in particolar modo lo stretto rapporto tra arte, tipografia ed editoria che ha caratterizzato la più importante casa editrice di cultura italiana. È noto infatti che, oltre alla qualità dei contenuti, Giulio Einaudi prestava grande attenzione alla forma e all’estetica del libro. Per questo affidava lo studio della veste grafica ad artisti e designer, in modo da trasformare il libro in un vero e proprio oggetto d’arte.

Le sue intuizioni editoriali hanno sempre portato innovazione e hanno lasciato un segno: alcune collane sono infatti entrate di diritto nella storia del design italiano. Einaudi fu il primo nel dopoguerra ad affidarsi a grandi sperimentatori, quasi dei graphic designer ante litteram, e ai giovani artisti di Brera. Con Einaudi collaborarono poi i migliori progettisti, tra cui Bruno Munari, autore della forma del libro Einaudi probabilmente più conosciuta al grande pubblico.

Alla mostra di Einaudi sono esposte la mitica collana I Coralli, ideata da Vittorini nel 1947, e le collane laboratorio Narratori Contemporanei e Corrente, che svelano la stretta relazione tra arti visive e grande letteratura. A queste si affianca poi la straordinaria collana Opere di maestri contemporanei, con cui l’editoria Einaudi si mise al servizio dell’arte pubblicando l’opera grafica di artisti come Morandi, Modigliani, Manzù, Giacometti e Casorati.

Per maggiori informazioni visitate il sito di Palazzo Reale. E ricordatevi che la mostra chiude domenica (ops, dovevo parlarvene prima… :P)!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Costantino 313 d.C., la grande storia in mostra a Palazzo Reale

11 dic

Costantino 313 d.C. è il titolo della mostra che celebra l’anno dell’Editto di Milano (il 313 d.C. appunto) con il quale l’imperatore Costantino dichiarava la liceità del Cristianesimo, come di tutte le altre fedi, in tutto l’Impero Romano.

Un atto che era destinato a fondare la nuova storia dell’Occidente e che ora torna a far parlare di sé con una mostra molto originale, per niente accademica, ma anzi molto godibile e con un taglio fortemente narrativo.

La mostra di Costantino a Milano, ospitata a Palazzo Reale fino al 17 marzo 2013, nasce da un’idea del Museo Diocesano di Milano, in collaborazione con un pool di istituzioni che garantiscono grande qualità e ricchezza di documentazione.

Mostra Costantino Milano

Tra le mostre di Palazzo Reale a Milano, Costantino 313 d.C. è davvero qualcosa di diverso e merita una visita accurata che permetta di ripercorrere e rivivere la storia. La mostra di Costantino illustra infatti, attraverso sei sezioni, la centralità della Milano del IV secolo nel processo di unificazione dell’Europa e  il livello culturale raggiunto dall’Impero durante l’età di Costantino.

La prima sezione espone un’ampia raccolta di monete, oggetti preziosi e d’uso comune su cui è raffigurato il Chrismon, il monogramma di Cristo formato dalle due lettere greche Xi e Rho, a testimonianza della rapida diffusione che questo simbolo ebbe in tutto l’Impero. Seguono poi le sezioni con le testimonianze figurative pagane di età costantiniana, che documentano il clima di tolleranza culturale voluto dall’Imperatore, e quelle che raccontano ruolo e importanza dei principali protagonisti dell’epoca: l’esercito, la Chiesa con i primi luoghi di culto del cristianesimo ufficiale, la corte.

Armi, ritratti imperiali e splendidi oggetti d’arte ci restituiscono la realtà della vita dell’epoca. La mostra si conclude poi con una spettacolare sezione dedicata alla figura di Elena, madre di Costantino, Imperatrice e santa. Il suo volto, i suoi viaggi alla ricerca della Croce e la sua fama in età moderna sono documentati da grandiose statue-ritratto, raffinati oggetti, disegni e dipinti.

Per informazioni sulla mostra e per acquistare i biglietti visitate il sito della mostra Costantino 313 d.C.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Picasso a Milano in mostra a Palazzo Reale

31 lug
Mostra Picasso

Ritratto di Dora Maar (1937) - Pablo Picasso

Il grande ritorno di Picasso a Milano è fissato per il 20 settembre 2012, data in cui una delle più grandi mostre del pittore spagnolo sarà inaugurata a Palazzo Reale.

Oltre 200 opere dell’artista tra dipinti, disegni, sculture e fotografie, molte delle quali mai uscite dal Museo Picasso di Parigi, riempiranno le sale di Palazzo Reale a Milano, in occasione di questa grande antologica.

Un mostra che ripercorrerà tutte le tappe della carriera artistica di Picasso: il periodo blu e quello rosa, il periodo della ricerca “africana” o proto-cubista, il Cubismo Sintetico e il Cubismo Classico, le pitture surrealiste, il periodo del coinvolgimento politico e i dipinti sul tema della guerra, l’interludio pop e le variazioni sul tema ispirate ai grandi maestri dell’arte rinascimentale e moderna, fino alle sue ultimissime produzioni prima delle morte, avvenuta nel 1972.

 

Tra le opere più famose La Supplicante (1937), Ritratto di Dora Maar (1937), Due donne che corrono sulla spiaggia (1922), Massacro in Corea (1951).

Picasso a Milano

Massacro in Corea (1951) - Pablo Picasso

 

Insomma, un’ottima opportunità per poter ammirare i più grandi capolavori di Picasso senza dover andare fino a Parigi!

A breve sul sito della mostra sarà anche possibile acquistare il catalogo e prenotare serate speciali a Palazzo Reale!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Il capolavoro di Enrico Baj in mostra a Palazzo Reale a Milano

26 giu

Il capolavoro di Enrico Baj, pittore e scultore anarchico milanese, a ben 40 anni dalla sua creazione è il protagonista di una nuova mostra a Palazzo Reale a Milano.

Sto parlando della monumentale tela intitolata I Funerali dell’Anarchico Pinelli che oggi torna nella suggestiva Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, nello stesso luogo dove era stata esposta in passato per una mostra mai aperta, a causa dell’omicidio del Commissario Luigi Calabresi, avvenuto il 17 maggio 1972, lo stesso giorno dell’inaugurazione. Una coincidenza pazzesca che allora suscitò violente polemiche.

Enrico Baj - I Funerali dell'Anarchico Pinelli

Su questa tristemente celebre vicenda si sono riaccesi i riflettori proprio ultimamente in seguito all’uscita nelle sale del film Romanzo di una Strage, nel quale Pierfrancesco Favino interpreta il ruolo dell’anarchico Pinelli.

La tela, lunga 3 metri e alta 1, è una composizione gremita di figure che ricordano in modo spiazzante la Guernica di Picasso. I personaggi sono caratterizzati da forme stilizzate realizzate con collage e acrilici e sono divisi in due gruppi: i militari “ringhianti” e gli anarchici “dolenti”.

La mostra sarà visitabile fino al 2 settembre 2012. Per maggiori informazioni visitate il sito di Palazzo Reale.

 
No Comments

Posted in Mostre