RSS
 

Posts Tagged ‘mostre Milano’

Grizzanti Iconista in mostra al Nhow Hotel

18 dic

Cos’è l’Iconismo? Per scoprirlo vi consiglio di recarvi al Nhow Hotel di Milano, in via Tortona, dove potrete scoprire una delle espressioni artistiche più interessanti degli ultimi anni (oltre ad un hotel davvero spettacolare!).

L’Iconismo è un’invenzione di Gaetano Grizzanti, che ha battezzato così una corrente artistica nata con la sua prima opera nel 2000 che punta ad essere la grammatica, anzi l’ideogrammatica del nostro secolo: assume l’icona come modello di comunicazione globale, che consente alla nostra epoca di esprimersi con un alfabeto universale e di abbattere ogni barriera di lingua, cultura e spazio.

Gaetano Grizzanti

L’icona iconista vuole essere una sintesi estrema di significati che vengono divulgati in maniera diretta e immediata, rapportandosi con l’inconscio dei fruitori e con il loro universo di segni. L’Iconismo, per Grizzanti, si fa carico del bisogno tutto contemporaneo di immediatezza ed estemporaneità che caratterizza la nuova interiorità degli individui. Lo fa usando ironia, pensiero profondo e anche provocazione. Non solo con tele dipinte, riconoscibili per il tratto lineare, i colori netti e lo sfondo asettico ma anche con sculture in metacrilato e installazioni digitali.

Iconismo

La mostra Grizzanti Iconista fa parte della collettiva Portraits, a cura di Elisabetta Scantamburlo. Le opere rimarranno esposte nel foyer del Nhow Hotel di via Tortona fino a marzo 2013.

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Amore e Psiche a Milano: il mito nelle opere di Canova e di Gérard

14 dic

Ma lo sapete che a Milano c’è un’esposizione straordinaria dal Museo del Louvre di Parigi… per di più gratuita? Sto parlando di Amore e Psiche a Milano ospitata a Palazzo Marino fino al 13 gennaio 2013 e organizzata da Eni Cultura!

La mostra, dedicata al mito eterno di Amore e Psiche, mette a confronto due capolavori del neoclassicismo: da una parte Amore e Psiche Stanti di Antonio Canova, statua così chiamata per distinguerla da altre due sculture che l’artista dedicò agli stessi soggetti e che sono conservate, rispettivamente, al Louvre di Parigi e all’Ermitage di San Pietroburgo, e dall’altra il meraviglioso dipinto Psyché et l’Amour di François Gérard, per la prima volta in Italia, direttamente dal Louvre.

Amore e Psiche Stanti

Amore e Psiche Stanti – Antonio Canova

La conoscete la storia? È  raccontata nelle Metamorfosi di Apuleio, scrittore latino del II secolo d.C.: Cupido (o Amore), s’innamorò follemente della bellissima Psiche e Venere, invidiosa dell’indescrivibile bellezza della giovane, la costrinse ad effettuare tutta una serie di prove. Psiche riuscì a superarle tutte e alla fine si sposò con Amore, ottenendo l’immortalità.

Questo mito, che va letto come una sorta di percorso iniziatico, visse un periodo di grande fortuna nel periodo del Neoclassicismo durante il quale molti artisti puntarono a rivisitare con occhi moderni i canoni dell’arte classica. Nella mostra Amore e Psiche a Milano possiamo vedere concretamente cosa ha significato per il Settecento il confronto con le opere greche e latine.

Il gruppo scultoreo di Canova mostra come il recupero dell’equilibrio classico non fosse una semplice imitazione dell’antico ma una sua reinterpretazione. In Amore e Psiche Stanti le due figure esprimono con forza il loro sentimento.

Fu proprio vedendo l’opera di Canova che François Gérard fu ispirato a dipingere Psyché et l’Amour. La sua opera densa di erotismo e sensualità ebbe un grandissimo successo di pubblico e portò Gérard a diventare in poco tempo il primo ritrattista di Francia.

Amore e Psiche a Milano

Psyché et l’Amour – François Gérard

La mostra, ad ingresso libero, è ricca di apparati didattici e supporti video, inoltre vi è la presenza di alcune guide specializzate che spiegheranno il significato delle opere e del confronto tra Canova e Gérard.

Per tutte le informazioni visitate il sito della mostra Amore e Psiche a Milano!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Body Worlds: il corpo umano in mostra a Milano

26 nov

La mostra Body Worlds non è sicuramente adatta ai deboli di stomaco ma io non vedo l’ora di visitarla!

Questa pazzesca mostra sul corpo umano arriva a Milano dopo aver già registrato 35 milioni di visitatori in più di sessanta città del mondo!

Fino al 17 febbraio 2013 presso La Fabbrica del Vapore, in via Procaccini a Milano, potremo scoprire l’anatomia umana e “ammirare” corpi e organi perfettamente conservati. O.O

Mostra Body Worlds

Body Worlds vuole educare alla conoscenza e alla cura della salute del nostro corpo attraverso l’esposizione di campioni anatomici che appaiono straordinariamente intatti grazie alla plastinazione, la tecnica di conservazione brevettata dallo scienziato tedesco Gunther von Hagens. La plastinazione consiste nel sostituire i liquidi corporei con polimeri di silicone. In questo modo organi e tessuti possono essere osservati direttamente, senza i filtri dei contenitori e della formalina in cui nel passato venivano immersi. La plastinazione esalta la bellezza del corpo umano e l’aspetto anatomico acquista anche un suggestivo valore estetico.

Ogni organo è esposto in modo da mostrare concretamente le sue caratteristiche e funzionalità peculiari, anche attraverso il confronto tra campioni sani e campioni affetti da patologie. La mostra Body Worlds svolge quindi un’opera di divulgazione scientifica, in modo spettacolare e innovativo, dedicando grande attenzione ai temi del benessere, della nutrizione e dei corretti stili di vita.

L’allestimento di Milano è inedito in Italia e tra i più completi tra quelli presentati nel resto del mondo. Protagonista assoluta è la macchina del cuore, ma vi sono alcune plastinazioni particolarmente affascinanti, come il “Cavallo impennato con cavaliere”, che evidenzia le similitudini tra le strutture anatomiche, le muscolature e i dettagli microscopici dell’uomo e dell’animale.

Mostra Corpo Umano Milano

“Cavallo impennato con cavaliere” – Body Worlds

La mostra, patrocinata dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Milano, offre un ricco programma di attività e laboratori per i ragazzi.

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra Body Worlds.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Settimana della Moda Milano 2012: tutti gli eventi collaterali

13 set

Settimana della Moda Milano 2012E dopo il calendario di tutte le sfilate in programma durante la Settimana della Moda Milano 2012, vorrei parlarvi di tutti gli eventi moda collaterali alla fashion week!

Una serie di eventi e mostre che vanno a completare questa settimana interamente dedicata alla moda, a partire dalla mostra Gli anni ’90 sulle copertine delle riviste di moda e società che potrà essere visitata dal 19 al 22 settembre in Piazza dei Mercanti 2 e che delinea una panoramica della moda anni ’90 attraverso le copertina delle riviste di settore.

Mercoledì 19 settembre in Piazza Duomo Michelangelo Pistoletto presenterà Il Terzo Paradiso per il manifesto della sostenibilità per la moda italiana, un flashmob che avrà luogo nel centro di Milano per ricordare il legame tra moda, arte ed ecosostenibilità. Un “manifesto” che intende tracciare la via italiana della sostenibilità della moda definendo alcuni orientamenti a cui tutte le imprese del settore potranno ispirarsi.

Sempre dal 19 al 22 settembre, presso la Milano Fashion Design Mondadori di Piazzetta Liberty, si svolgerà il Milano Fashion&Design, una serie di incontri, tutti ad ingresso libero, con coreografi e attori provenienti dal mondo della danza milanese.

Venerdì 21 settembre, dalle ore 20.00, a Palazzo Reale si terrà una serata dedicata ad Anna Piaggi, la giornalista icona della moda milanese recentemente scomparsa, la quale verrà ricordata da Natalia Aspesi, Franca Sozzani e da altri protagonisti del mondo della moda.

Infine martedì 25 settembre alle ore 18.00 al Castello Sforzesco avrà luogo la sfilata di beneficenza Fashion kids for children in crisis onlus, che vedrà in passerella tanti bimbi e bimbe nelle vesti di indossatori e indossatrici d’eccezione!

Ed ora… buona Settimana della Moda a tutti! :D

 
No Comments

Posted in Moda, Mostre

 

Mostra d’arte a Milano: Ezio Alzani “Identità Segniga”

14 giu

Mostra Arte a Milano - Ezio AlzaniIl pittore romano Ezio Alzani espone le sue opere d’arte a Milano presso lo Spazio Solferino, Galleria d’Arte via Solferino 25, fino al 24 giugno.

La mostra d’arte contemporanea si intitola Identità Segniga.

Nella lunga storia della pittura, vi è da sempre una specialità tutta italiana, la materia. La sua origine è lontana nei tempi e la questione è stata dimenticata: gli affreschi medievali seguivano altre regole e la competizione in Europa portò alla vittoria della pittura a olio dei fiamminghi, sicuramente non della materia. Solo la folle esperienza dei veneti riuscì a combinare il materiale nuovo con il gusto antico dell’impasto e da questa combinazione nacque la pittura non disegnata, ma concepita direttamente sulla tela, la materia viva.

Ecco perchè il Novecento in Italia si è dedicato alla ricerca della materia pittorica come parte del percorso visivo; la materia oggi esiste in quanto sedimentazione di strati che portano a narrare una pulsione poetica.

Questo in breve è il lavoro nel quale Ezio Alzani procede da oltre quarant’anni, partendo da una raffigurazione lombarda dei tempi passati che col tempo è diventata pura espressione. Il suo percorso è comune a tanti, molti lo hanno vissuto in modo parallelo e alcuni lo hanno intuito sin dall’origine.

Tutti hanno seguito il miraggio della creazione di un mondo parallelo a quello quotidiano ma altrettanto reale e concreto, quello dell’immaginazione, dove la fantasia si sedimenta col gesto nello spessore della materia.

Per maggiori informazioni sulla mostra d’arte contemporanea a Milano di Ezio Alzani clicca qui.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Print and Destroy: OBEY in mostra a Milano

04 giu

Conoscete Shepard Fairey, in arte OBEY?

Già parecchio tempo fa vi avevo parlato di una mostra a cielo aperto che l’ha visto coinvolto insieme ad altri street artist; oggi invece voglio parlarvi di una personale a lui dedicata presso la Galleria Federica Ghizzoni, in via Cagnola 26 a Milano.

Print and Destroy è il titolo della mostra, visitabile fino al 15 giugno 2012, organizzata in collaborazione con Heineken: la prima grande esposizione personale a Milano dell’artista americano, assurto a fama mondiale quando una sua opera è stata utilizzata per la campagna elettorale di Barack Obama. Shepard Fairey ha infatti realizzato nel 2008 un poster con un ritratto di Obama, allora deputato americano, dal titolo Hope, speranza. Dopo la vittoria di Obama tale opera è divenuta un simbolo e OBEY ha ottenuto la consacrazione tra i writer più famosi al mondo.

Obey - Propaganda Engineering

Le opere di Shepard Fairey sono riconoscibili sia per il suo caratteristico stile illustrativo sia per i soggetti da lui scelti con tagliente ironia.

Le 60 serigrafie esposte illustrano il motto dell’autore, question everything, discuti qualunque cosa. Questo è lo spirito con cui egli realizza tutte le sue opere: personaggi politici, come George W. Bush coi baffi da Hitler; paesaggi urbani falsamente romantici, perché rovinati da industrie, smog e ripetitori, come in “These sunsets are to die for”; simboli di diverse razze, culture e religioni riletti in maniera ironica; messaggi sociali e messaggi contro la guerra; o ancora personaggi riconoscibili come Cassius Clay, o una parodia dello zio Sam con in mano sei teschi a rappresentare sei diversi valori – diritti umani, democrazia, pace, giustizia, privacy, libertà civile – che l’artista considera morti, ma con una chiara indicazione: “fate come dice, non come agisce”. 

Obey - Unesclam rise above

È la prima volta che tanti soggetti firmati Shepard Fairey convivono in un unico spazio a Milano quindi credo proprio che valga la pena visitare la mostra! ;)

Per maggiori informazioni visitate il sito della Galleria Federica Ghizzoni.

Per saperne di più sull’autore invece visitate il suo sito ufficiale.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Lazzi Sberleffi Dipinti: Dario Fo in mostra a Palazzo Reale

14 mag

Lazzi Sberleffi Dipinti è il titolo della mostra dedicata a Dario Fo visitabile fino al 3 giugno presso Palazzo Reale a Milano.

Dario Fo ama definirsi “attore dilettante e pittore professionista”. Premio Nobel per la Letteratura nel 1997, per la prima volta è al centro di una mostra che raccoglie oltre 400 opere che illustrano il ruolo chiave che la pittura e il disegno hanno giocato lungo tutta la carriera dell’attore.

Lazzi Sberleffi Dipinti - Mostra Dario Fo Milano

Il percorso propone dipinti a olio e acrilici, collages e arazzi. Non mancheranno inoltre anche oggetti di scena, maschere, schizzi, bozzetti, locandine e stampe che negli anni hanno integrato la compagnia teatrale di Dario Fo e Franca Rame, che ha pazientemente raccolto tutti i suoi lavori.

L’esposizione segue una linea precisa, valorizzando il percorso artistico e pittorico del Premio Nobel, lungo il quale riconosciamo l’interesse per Giotto, Caravaggio, Leonardo, Michelangelo e altri nomi illustri del passato.

Dario Fo è una personalità che ha inciso profondamente la cultura, l’arte e la politica italiana ed internazionale degli ultimi sessant’anni. Molto noto per il suo impegno sociale, non è invece conosciuto da tutti come pittore, nonostante il linguaggio della pittura abbia accompagnato da sempre la sua attività teatrale.

Per maggiori informazioni vistate il sito ufficiale della mostra.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Bramantino a Milano in mostra al Castello Sforzesco

08 mag

Bramantino - CrocifissioneUn nuova mostra ad ingresso gratuito ci aspetta al Castello Sforzesco!

Il 16 maggio verrà infatti inaugurata la mostra Bramantino a Milano presso il Cortile della Rocchetta del Castello. L’esposizione si dividerà in due grandi sale, che ospitano già alcuni dei lavori più importanti del pittore: la Sala del Tesoro e la Sala della Balla.

La mostra ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio milanese lasciatoci da questo artista di fama internazionale. Milano conserva infatti il nucleo più cospicuo al mondo di opere del Bramantino: dipinti, arazzi, disegni, affreschi, nonché la Cappella Trivulzio, da lui realizzata, che costituisce l’ingresso alla Chiesa di San Nazaro in Brolo. L’esposizione mostra le opere del Bramantino in un unico percorso, raggruppando così ciò che normalmente è disperso in vari punti della città.

La Sala del Tesoro ospiterà una ventina di opere che provengono da raccolte pubbliche e private mentre la Sala della Balla accoglierà un allestimento di 12 grandi arazzi, dedicati ai 12 mesi dell’anno.

Il pubblico potrà seguire il percorso dell’esposizione grazie ad una guida cartacea, inoltre la mostra sarà accompagnata da conferenze e seminari organizzati in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, con il Fondo per l’Ambiente Italiano e con gli Amici di Brera.

Stasera, martedì 8 maggio, alle ore 18.00 presso la Sala Weil Weiss del Castello, avrà luogo il primo dei tre appuntamenti dal titolo Aspettando Bramantino, durante il quale verrà presentato il volume Rinascimento in Lombardia edito da Feltrinelli e a cura di Giovanni Romano.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 25 settembre. Per maggiori informazioni visitate il sito del Castello Sforzesco.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Arte sul Naviglio Grande: la mostra di pittura en plein air a Milano

07 mag

Quando arriva la bella stagione io adoro passeggiare sui navigli durante il weekend vagabondando tra mercatini e piccole gallerie d’arte, per cui non posso non parlarvi dell’annuale manifestazione Arte sul Naviglio Grande!

Arte sul Naviglio Grande è la mostra di pittura a cielo aperto che dai primi anni ’80 riempie le sponde del Naviglio Grande a Milano e che quest’anno si terrà sabato 19 e domenica 20 maggio.

L’esposizione, organizzata dall’Associazione Naviglio Grande, è giunta ormai alla sua XIV edizione: sorta inizialmente come esposizione spontanea di pittori della zona, negli anni è diventata un appuntamento tradizionale per tutti gli amanti della pittura.

Durante questi due giorni dedicati alla pittura en plein air tutti i negozi della zona, i locali e gli atelier d’arte restano aperti.

Arte sul Naviglio

Arte sul Naviglio Grande

Per maggiori informazioni visitate il sito di Arte sul Naviglio (da cui ho preso le due fotografie che vedete!)

 
No Comments

Posted in Mostre

 

The Abramović Method al PAC di Milano

03 apr

Purtroppo ho scoperto troppo tardi che la grande Marina Abramović era a Milano:(

Eh sì, perché solo dal 21 al 24 marzo la celebre artista, una delle più apprezzate nel panorama delle arti performative e della Body Art, era presente al PAC di Milano – il Padiglione d’Arte Contemporanea – per condurre la performance dal titolo The Abramović Method! Comunque non scoraggiamoci perché si potrà assistere lo stesso alla performance e visitare la mostra fino al prossimo 10 giugno in quanto questa sarà condotta da un gruppo di studenti dell’Accademia di Brera.

The Abramovic Method:  Chair for Man and His Spirit

The Abramović Method: Chair for Man and His Spirit

Con The Abramović Method il pubblico sarà attivamente protagonista dell’evento: guidato e motivato dall’artista potrà vivere e sperimentare le sue “installazioni interattive” attraverso le tre posizioni dell’essere umano (in piedi, seduta o distesa). Le opere con cui il pubblico potrà interagire saranno impreziosite da vari minerali: quarzo, ametista, tormalina. Un percorso sia fisico che mentale attraverso cui le persone potranno espandere i propri sensi, osservare, imparare ad ascoltare e ad ascoltarsi.

I visitatori giocheranno il doppio ruolo di osservatori ed osservati: una serie di telescopi permetterà loro di osservare dal punto di vista macroscopico e microscopico coloro i quali sceglieranno di cimentarsi con le interactive installations che incorporano materiali come legno e cristalli naturali. Completano l’esibizione immagini e filmati dei provocatori lavori firmati dalla celebre artista serba, incluso il celebre The Artist is Present, mai presentato in Italia.

Durante questa estenuante performance, relizzata al MoMA nel 2010, l’artista si è esibita ogni giorno nelle ore di apertura del museo: seduta in assoluto silenzio a un tavolo nell’atrio, invitava i visitatori a sedersi di fronte a lei per tutto il tempo desiderato.

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra.