RSS
 

Archive for the ‘Mostre’ Category

Guido Crepax. Ritratto di un artista

06 ago

Mostra Guido CrepaxDal 20 giugno al 15 settembre 2013 Palazzo Reale ospiterà la mostra di Guido Crepax: fumettista, pubblicitario e designer italiano.

Guido Crepax. Ritratto di un artista è il titolo della mostra di Crepax a Milano, la sua prima esposizione completa in cui si potranno trovare i suoi fumetti famosi in tutto il mondo ma anche illustrazioni di libri, giornali e copertine di dischi, pubblicità, scenografie teatrali, progetti di giocattoli e oggetti di largo consumo.

Il poliedrico artista milanese, scomparso 10 anni fa nel luglio del 2003, vive ancora a Milano nelle sue opere. Palazzo Reale gli rende omaggio con una mostra ricca di ricordi e successi.

Ci si potrà addentrare nel mondo di un autore che ha tratto le sue ispirazioni dal mondo del cinema, della fotografia e del design. La mostra dedicata a Crepax espone la visione della società contemporanea che l’artista ha raccontato con ironia e sentimento, erotismo e devozione.

Le sagome dei personaggi a grandezza naturale, le scenografie, i filmati e le istallazioni realizzate ad hoc per l’evento vi accompagneranno nei 500 metri quadrati che compongono l’Appartamento di Riserva di Palazzo Reale. Viaggerete con lo sguardo e la fantasia tra le 10 sale, a ognuna delle quali è dedicato un tema.

La mostra di Guido Crepax è un percorso nella cultura e nell’arte, dove si potranno respirare fotografia e cinema e ammirare il suo amore per i dettagli. Un omaggio che il Comune di Milano, in collaborazione con l’Archivio Crepax, ha deciso di rendere alla bella Italia e allo stile narrativo del racconto per immagini di un grande artista italiano.

L’ingresso alla mostra è gratuito e le porte sono aperte lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30.

Per maggiori informazioni visitate il sito di Palazzo Reale.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

A Glimpse at Photo Vogue in mostra alla Galleria Sozzani

26 giu

Già ve ne avevo parlato l’anno scorso ed anche quest’anno voglio dedicare un post a A Glimpse at Photo Vogue: 101 photographers,101 pictures, una delle imperdibili mostre della Galleria Sozzani di Milano che ogni anno mette in mostra i migliori scatti selezionati da Vogue.

A Glimpse at Photo Vogue

Dal 13 giugno al 10 agosto alla Galleria Carla Sozzani, situata in Corso Como 1o, potrete ammirare i 101 scatti che sono stati selezionati direttamente da Photo Vogue, il canale per fotografi emergenti ideato nell’aprile 2011 da Vogue Italia, per sostenere e promuovere il mondo della fotografia.

In poco più di un anno attraverso Photo Vogue passano, sotto l’occhio vigile di Alessia Glaviano, photo editor di Vogue Italia e L’Uomo Vogue, oltre 30.000 fotografi e 55.000 scatti.

Chiunque sia appassionato di fotografia è libero di caricare sulla piattaforma le proprie opere, che dopo l’approvazione della redazione di Vogue.it vengono pubblicate in questa vetrina.

Galleria Sozzani Mostre

Tutte le fotografie di A Glimpse at Photo Vogue sono inoltre in vendita.

Per maggiori informazioni sulla mostra potete visitare il sito della Galleria Sozzani.

 
 

Gianni Berengo Gardin. Storie di un Fotografo

19 giu

Oggi voglio parlarvi di un’altra bellissima mostra fotografica: la mostra di Berengo Gardin!

A Palazzo Reale a Milano, dal 14 giugno all’8 settembre, tutti i fan della fotografia potranno ammirare la mostra dal titolo Gianni Berengo Gardin. Storie di un Fotografo, a cura di Dennis Curti.

Mostra Berengo Gardin

Le foto di Berengo Gardin, 180 scatti scelti tra i più significativi, sono suddivise in 9 sezioni: Gente di Milano, Morire di classe, Dentro le case, Venezia, Comunità romaní in Italia, I baci, Fede religiosità riti, Berengo Gardin reporter: le collaborazioni con il mondo e il Touring Club Italiano.

La mostra di Berengo Gardin traccia i momenti basilari dell’attività di uno dei fotogiornalisti più longevi e importanti del panorama italiano. I suoi scatti in bianco e nero manifestano la sua capacità di raccontare senza pregiudizi storie che ci parlano con semplicità e coerenza della vita e del mondo.

La grandezza di Berengo Gardin e delle sue foto sta nella loro semplicità, nell’abilità di tradurre la complessità del mondo, in quel modo di scrutare dritto dentro i soggetti, di commuovere senza retorica, nella capacità di guardare al futuro senza dimenticare il passato.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito ufficiale della mostra di Berengo Gardin.

 
 

Quelli che… Milan Inter ’63, la leggenda del Mago e del Paròn

11 giu

Milan Inter ’63, la leggenda del Mago e del Paròn è il titolo della mostra dedicata a Milan e Inter a Palazzo Reale che è stata inaugurata lo scorso 24 maggio.

Era il 22 maggio 1963 quando il Milan di Rocco vinceva la prima Coppa Campioni italiana. Quattro giorni dopo l’Inter di Herrera festeggiava lo scudetto. A cinquant’anni di distanza una straordinaria esposizione fotografica racconta due leggende del calcio che hanno rivoluzionato il modo di fare calcio e hanno portato Milano al centro del mondo del pallone, segnando un’epoca.

Milan Inter 63

Herrera e Rocco erano due personaggi agli antipodi e con stili differenti, però entrambi hanno saputo sfruttare tutti i mezzi di comunicazione allora a disposizione per far diventare la partita un vero evento, costruendosi (quasi) da soli la loro stessa leggenda.

Ma la mostra Milan Inter ’63 di Palazzo Reale non si limita all’universo del calcio e dei suoi idoli. Attraverso le immagini di questa specialissima fotogallery, possiamo infatti rivivere un intero periodo storico di una regione in pieno cambiamento. Non a caso la mostra coinvolge anche altri personaggi storici dell’epoca come Celentano e Jannacci, oltre che aziende come Motta e Alemagna, per ricostruire una panoramica della città milanese in tutti i suoi aspetti e in tutte le opportunità che offriva.

Fino all’8 settembre la mostra Milan Inter ’63 dipingerà Palazzo Reale di rosso nero e blu, in un derby che racconta la Milano di ieri.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale della mostra.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

iDyssey: l’Odissea raccontata con un iPhone da Stefano de Luigi

22 apr

Oggi voglio segnalarvi una mostra davvero molto particolare presso la Fondazione Stelline di Milano: si chiama iDyssey ed è un progetto fotografico e multimediale di Stefano De Luigi, fotografo tra i più apprezzati a livello internazionale e vincitore di quattro World Press Photo.

Stefano De Luigi ha seguito le tracce di Ulisse in un viaggio in dodici tappe, da Troia a Itaca, dalla Turchia alla Tunisia, dalla Grecia all’Italia e questo percorso alla ricerca del mito si è trasformato in un suggestivo racconto in 90 fotografie, 6 video e 1 multimedia, tutti realizzati rigorosamente con un iPhone!

iDyssey - Fondazione Stelline

De Luigi in iDyssey ha voluto unire, con un’idea semplice ma originale, passato e presente della nostra cultura e del nostro modo di raccontare. Da un lato la più antica testimonianza della tradizione orale e scritta, dall’altro il più innovativo dei media, che cattura le realtà in rapida trasformazione dei luoghi attraversati.

Con iDyssey, la Fondazione Stelline si conferma come una delle più vivaci istituzioni del contemporaneo. Istituita nel 1986 da Regione Lombardia e Comune di Milano, è oggi luogo di esposizioni, ricerca ed editoria, oltre che Centro di Coordinamento Musei e Raccolte d’Arte della Lombardia e del progetto Lombardia Arte Contemporanea.

La mostra iDyssey sarà visitabile fino al 26 maggio 2013. Per maggiori informazioni visitate il sito della Fondazione Stelline.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Il design di Gae Aulenti in mostra alla Triennale

17 apr

Torniamo a parlare delle mostre della Triennale di Milano e in particolare della designer Gae Aulenti!

Si chiama Gae Aulenti: gli oggetti e gli spazi ed è il progetto espositivo che il Triennale Design Museum ha dedicato al grande architetto italiano, scomparsa lo scorso anno.

Gae Aulenti

Con questa iniziativa, curata da Vanni Pasca, la Triennale di Milano vuole esplorare il lato meno valorizzato dell’attività di progettazione di Gae Aulenti: il design, appunto.

La mostra raccoglie una selezione di oggetti realizzati dal 1962 al 2008 e racconta lo specialissimo modo con cui Gae Aulenti guardava al razionalismo attraverso le lenti del Neoliberty e dell’Art Deco o recuperava con ironia la lezione delle avanguardie.

Dopo gli omaggi a Carlo de Carli, a De Pas D’UrbinoLomazzi e, ora, alla Aulenti, le mostre della Triennale di Milano confermano di volere promuovere, oltre che la sperimentazione e l’innovazione, anche la memoria delle migliori esperienze del ‘900.

La mostra è stata inaugurata lo scorso 6 aprile e sarà visitabile fino all’8 settembre 2013.

Per orari e informazioni vi consiglio di visitare il sito della Triennale di Milano.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

Hangar Bicocca a Milano

10 apr

Oggi voglio parlarvi dell’Hangar Bicocca poiché non tutti sanno cosa sia!

Già ve ne avevo parlato quando, a novembre, sono salita su On Space Time Foam, l’installazione artistica di Tomás Saraceno ospitata proprio all’interno dell’Hangar Bicocca, il quale, oltre alla qualità delle proposte artistiche che presenta, ha anche il merito di offrire gratuitamente mostre e servizi al pubblico.

Nato nel 2004 per iniziativa della Regione Lombardia e di Pirelli &C., l’Hangar Bicocca è sorto sugli spazi di un vecchio stabilimento dell’Ansaldo-Breda ed è divenuto oggi uno dei più importanti riferimenti milanesi per le discipline artistiche visive e performative.

Hangar Bicocca

Le mostre dell’Hangar Bicocca si distinguono per il loro carattere fortemente orientato alla ricerca e alla sperimentazione e per i progetti site specific, pensati e allestiti appositamente per le strutture particolarissime dell’Hangar. Alcune sono temporanee mentre altre sono permanenti.

La ristrutturazione del 2012 ha reso disponibili nuovi spazi e nuovi servizi come, ad esempio, un’area polifunzionale che, oltre a servire per incontri, dibattiti e consultazione di riviste, libri e cataloghi, viene utilizzata anche come sala proiezione per rassegne d’autore.

Tra le mostre all’Hangar Bicocca, vi segnalo quella in corso, Primitive, dell’artista e filmaker thailandese Apichatpong Weerasethakul, in programma fino al 28 aprile. Con questo progetto, iniziato nel 2009, il regista rielabora la storia di Nabua, un villaggio nel nord della Thailandia oggetto di tragiche repressioni da parte dell’esercito di stato tra gli anni ’60 e ’80 del Novecento. La storia è stata reinterpretata anche coinvolgendo in un lavoro artistico alcuni giovani del luogo, nipoti dei dissidenti di un tempo.

Tra le mostre permanenti invece io sono rimasta colpita da I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer, realizzata proprio per l’Hangar nel 2004, che presenta sette torri, del peso di 90 tonnellate ciascuna, che hanno altezze variabili tra i 14 e i 18 metri e che sono state realizzate in cemento armato utilizzando come elementi costruttivi dei moduli ottenuti dai container.

Mostre Hangar Bicocca

I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer

 

L’Hangar Bicocca si trova in via Chiese 2 a Milano, all’interno del quartiere Bicocca da cui ha preso il nome. Io vi consiglio di visitarlo almeno una volta! :)

Per informazioni su attività, eventi e orari, consultate il sito dell’Hangar Bicocca.

 

Andy Warhol’s Stardust al Museo del Novecento

05 apr

Mostra Andy Warhol MilanoProprio oggi, venerdì 5 aprile, verrà finalmente inaugurata la mostra dal titolo Andy Warhol’s Stardust al Museo del Novecento.

Una mostra su Andy Warhol a Milano non si vedeva da tempo e questa è davvero speciale! Il titolo richiama la polvere di stelle come la polvere di diamante utilizzata da Warhol in molte stampe. O come la creatività scintillante delle sue opere.

Andy Warhol’s Stardust è un percorso cronologico nella storia della pop art attraverso le stampe della Collezione Bank of America Merril Lynch, che sono arrivate al Museo del Novecento grazie alla sponsorizzazione di Finmeccanica.

L’esposizione permetterà di ammirare le creazioni più celebri di Warhol, a partire da quelle nate nella mitica Factory tra la fine anni degli anni Sessanta e i primi anni Settanta: Campbell’s Soup, Flowers, Sunset, Grapes, Space Fruits.

Andy Warhol's StardustVi saranno poi gli straordinari ritratti degli anni ’70 e dei primi anni ’80, quando Warhol tornò a confrontarsi con la dimensione pittorica: i volti di Muhammad Ali e Marilyn Monroe, icone che vanno oltre la storia.

Naturalmente vi saranno anche i Myths, i supereroi dei fumetti e i personaggi dei cartoni animati. E poi quel meraviglioso trattamento egualitario, senza differenze di valore, che mette insieme i protagonisti della cultura del XX secolo, come Freud e la Stein, con drag queen, Superman, Babbo Natale.

Tra le attività collaterali alla mostra vi segnalo quelle dedicate a bambini e adolescenti, come le visite didattiche e i laboratori sul corpo con la compagnia di danza contemporanea Progetto D’Arte. Sabato 11 e domenica 12 aprile saranno proiettati alcuni film di Warhol, tra cui – gratuitamente – Empire, del 1964.

Questi gli orari: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30.

Per maggiori informazioni visitate la pagina dedicata alla mostra Andy Warhol’s Stardust sul sito del Museo del Novecento.

 
No Comments

Posted in Mostre

 

The Desire for Freedom: l’arte europea dal 1945 ad oggi

26 mar

Parliamo ancora di mostre a Palazzo Reale a Milano yuppiiiiii!!!! :D

Dal 14 marzo al 2 giugno 2013 è infatti in programma The Desire for Freedom. Arte in Europa dal 1945 in cui le opere di 94 artisti contemporanei, provenienti da 27 paesi europei, mostrano come l’arte si sia misurata con il tema della libertà dal Dopoguerra a oggi.

The Desire for Freedom Milano

Una grande esposizione collettiva nata da un progetto che coinvolge 36 paesi del Consiglio d’Europa, con il sostegno finanziario della Commissione Europea. Coprodotta da Palazzo Reale, Deutsches Historisches Museum Berlino e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore, The Desire for Fredoom ha visto la collaborazione di artisti, studiosi, curatori, musei, gallerie e importanti collezionisti privati provenienti da tutta Europa.

L’obiettivo ideale della mostra è mostrare come il Dopoguerra europeo non abbia prodotto solo l’ostilità tra blocchi contrapposti, bensì anche lo sviluppo e il riconoscimento dei valori comuni di cittadinanza e libertà nati con l’Illuminismo.

Le opere esposte rappresentano una selezione di settanta anni di produzione artistica tra dipinti, fotografie, disegni, video e installazioni di alcuni dei più noti e affermati artisti a livello internazionale. Tra gli altri, vi segnalo Damien Hirst, Arman, Jannis Kounellis, Yves Klein, Richard Hamilton, Niki de Saint Phalle, Alberto Giacometti, Gerhard Richter, Christo, Mario Merz, Emilio Vedova, Yinka Shonibare, Lucio Fontana Ilya Kabalov.

The Desire for Freedom da Milano approderà a Tallin, all’Eesti Kunstimuuseum – Kumu Kunstimuuseum, partner dell’evento insieme a Palazzo Reale e il Deutsches Historisches Museum.

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra!

 
No Comments

Posted in Mostre

 

World Press Photo 2013 alla Galleria Sozzani

20 mar

Vi ho già decantato più volte la mia passione per la fotografia :D, motivo per cui non manco mai di segnalarvi le più interessanti mostre fotografiche a Milano!

Oggi voglio parlarvi di un evento imperdibile, di cui già vi avevo parlato lo scorso anno: la mostra fotografica World Press Photo 2013, che si terrà presso la Galleria Sozzani di Milano a partire dal 4 maggio 2013.

World Press Photo 2013

In questa esposizione si potranno ammirare le migliori fotografie dell’anno passato decretate dalla giuria della World Press Photo Foundation di Amsterdam, che ogni anno seleziona e premia le immagini scattate da fotogiornalisti, agenzie, quotidiani e riviste di tutto il mondo.

Il percorso della mostra permetterà quindi di rivivere i momenti cruciali del 2012 con la forza e la drammaticità che solo le foto riescono a trasmettere.

Tra tutte le immagini esposte vi sarà anche quella che ha vinto il premio della World Press Photo Foundation: è del fotografo svedese Paul Hansen ed è stata scattata a Gaza durante il funerale di due bambini uccisi durante un bombardamento. Quello che ha colpito i giurati è il contrasto tra la rabbia e il dolore degli adulti e l’innocenza espressa dalla morte dei bimbi.

Galleria Sozzani

World Press Photo 2013 è una mostra davvero imperdibile, forte e toccante. Per tutte le informazioni vi consiglio di visitare il sito della Galleria Sozzani.