RSS
 

Search results for ‘spazio oberdan’

Allo Spazio Oberdan in mostra le fotografie di Robert Doisneau

05 feb

Anche oggi un post dedicato alle mostre fotografiche di Milano (mi piacciono, che ce devo fa?!).:D

Quella di cui vi parlo oggi è davvero bella bellissima! Sto parlando della mostra di Robert DoisneauParis en liberté, l’antologica del grande fotografo francese passato alla storia per aver immortalato il celebre Bacio all’Hotel de Ville.

Mostra Robert Doisneau

Il Bacio all’Hotel de Ville

 

Dal 20 febbraio al 5 maggio 2013, allo Spazio Oberdan di Milano, potremo vedere una selezione di 200 scatti realizzati da Doisneau tra il 1934 e il 1991.

Le immagini in bianco e nero di Parigi ci restituiscono la vera anima della città: i parigini, il loro modo di vivere, la loro quotidianità fatta di uomini e donne che si amano, che lavorano, di bambini, clochard, bistrot, di antiche professioni, di mercati e caffè, tra cui spiccano quelli esistenzialisti di Saint Germain des Prés.

Quella dedicata a Doisneau potrebbe essere annoverata tra le più belle mostre dello Spazio Oberdan (secondo me)!

Paris en liberté arriva a Milano, dopo i grandi successi a Parigi, Tokio e Roma, grazie all’iniziativa della Provincia di Milano, dell’Atelier Doisneau, della Fratelli Alinari/Fondazione per la Storia della Fotografia e con il patrocinio della Ville de Paris.

Sono inoltre previsti numerosi eventi collaterali dedicati alla vita e alla cultura parigina, tra cui una rassegna cinematografica inedita curata dalla Fondazione Cineteca Italiana.

A proposito: lo sapete che il Bacio all’Hotel de Ville non fu frutto del caso? Doisneau stava realizzando un servizio fotografico per la rivista americana Life e chiese ai due giovani di posare per lui. Un’invenzione che però non fa perdere nulla al fascino immortale della foto.

Potete trovare tutte le informazioni sulla mostra sul sito dello Spazio Oberdan.

 
 

“Divine Dive”: allo Spazio Oberdan omaggio alle dive anni ’30

28 gen

Parliamo ancora di rassegne cinematografiche a Milano con le iniziative dello Spazio Oberdan!

Questa è la volta di Divine Dive, una rassegna dedicata alle grandi protagoniste del cinema anni ’30, in programma dall’1 al 22 febbraio presso la Sala Alda Merini della cineteca milanese.

Rassegne Cinematografiche Milano - Divine Dive

Si potranno così rivedere (o vedere per la prima volta, se non ne avete mai avuto l’occasione) alcune delle interpretazioni più intense di Louise Brooks, Greta Garbo e Anna Sten.

Storie di amori e tradimenti, onori e irresponsabilità, illusioni spezzate. Film dal coinvolgente tono melodrammatico in cui emerge la forza magnetica delle prime dive globali del cinema.

Le proiezioni sono sottotitolate e, in tre occasioni, saranno accompagnate al pianoforte dai musicisti Francesca Badalini e Antonio Zambrini.

Per consultare il programma completo della rassegna visitate il sito dello Spazio Oberdan.

 
No Comments

Posted in Cinema

 

Gustav Klimt in mostra allo Spazio Oberdan di Milano

10 gen

Eccoci di nuovo qua… buon anno a tutti i milanesi!!! E anche agli altri, dai… ;)

Sapete che nel 2012 Gustav Klimt avrebbe festeggiato 150 anni? E allora la città di Milano, per celebrare questo anniversario, ha promosso la mostra dal titolo Gustav Klimt. Disegni intorno al fregio di Beethoven che si terrà presso lo Spazio Oberdan, in viale Vittorio Veneto 2, dal 4 febbraio al 6 maggio.

La mostra, a cura di Annette Vogel, presenta la riproduzione a dimensioni reali dello straordinario Fregio di Beethoven accompagnata da quindici disegni originali correlati al famoso affresco custodito in una sala del Palazzo della Secessione di Vienna.

Fregio di Beethoven - Gustav Klimt

La mostra guida il visitatore alla comprensione di questo capolavoro, permettendo di cogliere i motivi grafici della composizione insieme alla forte simbologia e alle numerose allegorie che contiene. Un team di scenografi e decoratori darà infatti vita alla riproduzione del celebre Fregio in scala 1:1, il quale sarà posizionato in una sala dedicata in cui risuoneranno le note della Nona Sinfonia di Beethoven.

In mostra anche alcuni manifesti originali della Secessione viennese realizzati tra gli altri da Koloman Moser, Alfred Roller, Ferdinand Hodler e Leopold Stolba e alcuni numeri della celebre rivista Ver Sacrum, la rivista del movimento che promuoveva la Gesamtkunstwerk, l’arte totale.

Il sito ufficiale della mostra è ancora in costruzione ma penso che sarà pronto a breve… ad ogni modo potete trovarlo qui! ;)

 
No Comments

Posted in Mostre

 

FilmMaker Festival: torna a Milano il meglio del cinema indipendente

22 nov

Dal 30 novembre al 9 dicembre torna FilmMakerFest allo Spazio Oberdan, alla Fabbrica del Vapore e al Cinema Palestrina. L’edizione 2012 del FilmMaker Festival Milano si presenta ancora più ricca delle precedenti, con nuove sezioni che premiano le proposte al femminile e danno spazio ai giovani.

Questo festival internazionale di cinema ha esordito nel 1980 per valorizzare le nuove tendenze del cinema milanese ma nel tempo ha assunto una dimensione nazionale ed internazionale e oggi è una delle rassegne più autorevoli per quanti apprezzano le espressioni e le sperimentazioni più innovative del cinema e delle produzioni video.

FilmMakerFest

L’attività del festival non è finalizzata solo alla rassegna ma anche alla promozione delle opere e al finanziamento dei progetti in concorso. Negli anni questa attività di sostegno ha dato l’opportunità di crescere ad autori come Silvio Soldini, Paolo Rosa, Bruno Bigoni e, più recentemente, Alina Marazzi, Leonardo Di Costanzo, Giovanni Maderna, Michelangelo Frammartino, Antonio Bocola e Paolo Vari, Federico Rizzo, Tekla Taidelli, Bruno Oliviero, Martina Parenti e Francesco Gatti.

Quest’anno il FilmMaker Fest prevede nuove sezioni che affiancheranno quelle storiche come il Concorso Internazionale, Milanometropoli e Fuori Formato. In particolare vi segnalo Passion: esordi cinematografici al femminile, lo spazio dedicato ai progetti produttivi di registe esordienti under 35. Il premio al migliore progetto consisterà in un finanziamento per la sua realizzazione.

Nutrimenti terreni/nutrimenti celesti invece promuove i giovani autori: 50 ragazzi parteciperanno ad un laboratorio tenuto da teorici, critici e registi come Gianni Canova, Michelangelo Frammartino e Leonardo Di Costanzo. Al termine del corso almeno tre progetti saranno scelti per essere prodotti, grazie al sostegno della Fondazione Cariplo.

Da ricordare, infine la Giornata del futuro, in cui si discuterà degli scenari prossimi della produzione cinematografica, e la retrospettiva dedicata ad Allan King (1930 – 2009), che con le sue docufiction è considerato il padre critico dei reality show.

Per maggiori informazioni visitate il sito di FilmMaker Festival Milano.